Luppoli e Uva Masseria Frattasi - LuppolieUva.it

Vai ai contenuti
Masseria Frattasi Aglianico Beneventano Caudium

Caudium era la capitale del Sannio, con un santuario che occupa ancora l’attuale acropoli fortificata con un castello dai longobardi. La coltivazione della vite risale al periodo cretese, circa 3500 anni fa. I terreni sono vari, calcare e marmi, arenaria e marne, argilla e materiali lapidei. L’aglianico è il più antico vitigno del mondo greco, il rosso per eccellenza, usato per i migliori vini grecoromani. L’etichetta è della manifattura Giustiniani di Napoli, la più importante fabbrica di ceramiche d’Europa nel 1700. L’aglianico del Taburno è molto particolare per i suoli della montagna, una via di mezzo a livello di consistenza tra il Vesuvio e le Dolomiti. Infatti le sue rocce sono dolomie.

Vitigno 100% aglianico
Altitudine delle vigne 380/480 metri slm
Vendemmia Manuale. Prima decade di novembre
Tecnica di vinificazione Fermentazione alcolica e macerazione in acciao a temperatura controllata. Affinamento in barriques di rovere francesi di secondo passaggio a tostatura forte e media per alcuni mesi. Successiva maturazione in bottiglia
Descrizione organolettica Rosso cupo.
Profumi di more selvatiche, mirtilli, confetture di prugne rosse. Denso, polposo, persistente.
Temperatura di servizio 18°
Gradazione alcolica: 14°
Prezzo al pubblico: € 13,90
Masseria Frattasi Falanghina del Sannio Taburno

La falanghina è coltivata secondo i tradizionali metodi diffusi anche in Germania e in Francia durante il medioevo, come nelle riggiole medievali conservate nella biblioteca casanetese oppure nella stampella dell'XI secolo della vendemmia longobarda nella chiesa di Santa Sofia a Benevento.

Vitigno 100% Falanghina
Altitudine delle vigne 380/480 metri slm
Vendemmia Manuale. Prima decade di ottobre
Tecnica di vinificazione Pressatura soffice e fermentazione a temperatura controllata a 14/16°C. Affinamento in acciaio per alcuni mesi e maturazione in bottiglia
Descrizione organolettica
Colore giallo paglierino con riflessi verdognoli.
Profumi di pera matura, note floreali di gelomino su un fondo di ginestra. Pieno e succoso nella sua mineralità al gusto, fresco, persistenza lunga.
Temperatura di servizio 12°
Gradazione alcolica: 13°
Prezzo al pubblico: € 11,90
Masseria Frattasi Greco Beneventano del Principe

Il greco proviene da una vigna a cento metri in linea d’aria dalla docg di Avellino, ma le piante testimoniano di una vigna tra le più vecchie della varietà citata da Plinio. L’etichetta è una riggiola borbonica, del settecento, come tutte le etichette della casa vinicola.

Vitigno 100% Greco
Altitudine delle vigne 300 metri slm
Vendemmia Manuale. Prima decade di ottobre
Tecnica di vinificazione Pressatura soffice e fermentazione a temperatura controllata a 15°C. Affinamento in acciaio per alcuni mesi e maturazione in bottiglia
Descrizione organolettica
Color carta con riflessi verdognoli, sapore di susine, infusi di biancospino, note dolci di frutta bianca come ribes e gelsi bianchi.
Temperatura di servizio 12°
Gradazione alcolica: 13°
Prezzo al pubblico: € 12,90
Masseria Frattasi Coda di Volpe Nymphis Sacrae

Caudium significa coda, e la coda di volpe ha la sua zona di elezione a Cirignano, casale di Montesarchio in zona pedemontana. A Cirignano il vitigno cresce in zone difficili, povere, senza terreno, su pendii più ripidi della Mosella o della Val d’Aosta. Viticoltura estrema. L’etichetta è un edicola votiva del ‘700.

Vitigno 100% Coda di Volpe
Altitudine delle vigne 600 metri slm
Vendemmia Manuale. Prima decade di ottobre
Tecnica di vinificazione Macerazione pellicolare prefermentativa a freddo. Pressatura soffice e fermentazione a temperatura controllata a 14°C. Affinamento in acciaio per alcuni mesi e maturazione in bottiglia
Descrizione organolettica
Colore giallo su fondo di carta bianca, acidità freschissima, sapore minerale di pietra focaia, note evidenti e persistenti di marmellata di prugne.
Temperatura di servizio 12°
Gradazione alcolica: 13°
Prezzo al pubblico: € 14,90
Torna ai contenuti